Giornata mondiale del servizio sociale 2018. Io la celebro così!

Ogni anno a marzo, si celebra la giornata mondiale del servizio sociale. Un appuntamento che per noi assistenti sociali è un’evento di massa imperdibile.

Purtroppo però quest’anno, per la prima volta dopo anni, non ho potuto partecipare.

Quando 1400 assistenti sociali piemontesi sono all’evento… qualcuno a lavorare nei servizi deve pur rimanere!

Insomma, ero in turno, e al teatro Alfieri a Torino non ci sono andata… ma dopotutto, quale miglior modo per festeggiare la giornata mondiale del servizio sociale, se non facendo il lavoro più bello del mondo?

Allora, faccio un passo indietro…!

Orgoglio ed entusiasmo sono la base di questo articolo.

Il WSWD è una giornata, celebrata in tutto il mondo ogni terzo martedì del mese di marzo, in cui viene data luce ad una professione, quella dell’assistente sociale, non in modo festaiolo o mondano, ma come occasione di incontro e confronto sul servizio sociale e su alcuni temi rilevanti della professione.

Come? attraverso l’organizzazione di eventi formativi su temi specifici, che cambiano di anno in anno

Il tema di questo 2018 è stato “promuovere le comunità locali e la sostenibilità ambientale”.

Attorno a questo tema sono stati  organizzati dai Consigli Regionali molti eventi pubblici in tutta Italia. Occasioni di analisi ed approfondimento sugli aspetti più importanti della nostra professione. Non è solo ambiente (o stanza impolverata di un servizio), ma è la promozione di un universo di benessere, diritti umani, declinati attraverso azioni concrete, proprie della professione dell’assistente sociale: ambiente, lavoro, migranti, comunità solidali, ricostruzione, infanzia, responsabilità, inclusione sociale, professioni in rete, carceri, ma anche ricerca scientifica e formazione.

E io come dicevo, l’ho seguita dai social perché ero proprio divisa tra gli appartamenti del centro d’accoglienza, e il ragazzino adolescente che seguo in collaborazione con i servizi sociali. (W il multitasking!!!)

Quindi insomma, nella pratica sono stata coerente con i temi proposti 😊

A Torino si è parlato povertà in tutte le sue sfaccettature e in tutti i luoghi in cui abita.

(Roba nuova dirai tu!!!)   E’ dagli albori che l’assistente sociale si occupa di povertà. Ma mai come nell’ultimo anno questo tema è attuale e moderno. Oggi la povertà è cambiata rispetto agli anni della rivoluzione industriale (periodo in cui è nata la figura dell’assistente sociale così come la conosciamo), ne ha fatta di strada la povertà, e si è evoluta nella sua forma, ma non nella sua abilità di insidiarsi nei contesti… e ciò che non cambia è come l’assistente sociale sia la figura ponte capace di cogliere la profondità della dimensione dei problemi ma anche il suo potenziale di crescita. Nelle trasformazioni sociali che stiamo vivendo, gli assistenti sociali non possono non prendere posizione chiara e netta e porsi come i veri trasformatori!!

(questo lo penso io ma l’ha detto anche Rosina, che era la mia prof- una delle migliori devo dire- nonché presidente dell’Ordine di questo gruppo di matti che siamo noi assistenti sociali).

E io in questo articolo voglio condividere con te un po’di iniziative del tutto personali che mi hanno tenuto viva in questa mia settimana di “festa” del servizio sociale.

La Prima è un’offerta tutta per te! E’ iniziata il 15 marzo e si concluderà il 31 (affrettati, hai ancora una settimana di tempo!)

Cos’è?

Se sei alle prese con un problema che senti insormontabile e non sai da che parte cominciare per fronteggiarlo;
se stai vivendo un conflitto, una difficoltà personale o familiare, o hai bisogno di un cambiamento e ridefinizione dei tuoi ruoli;
se hai necessità di informazioni rispetto alla situazione che stai vivendo o accompagnamento nella ricerca del servizio pubblico o privato più adatto alle tue esigenze… NON PERDERE L’OCCASIONE!!!
E se sei lontana, non importa. I colloqui potranno essere fatti in presenza o online (tramite skype o zoom).
La consulenza socio- familiare accompagna, orienta ed informa… ed è per tutti: famiglie, singole persone, ragazze e ragazzi, operatori, insegnanti. Per chi non vuole rivolgersi ai servizi pubblici, per chi sente il bisogno di una bussola che le indichi la strada, per chi sente il bisogno di essere ascoltata senza giudizio, per chi non è stato ascoltato dai servizi e vuole ritentare, per chiunque abbia voglia di mettersi in gioco per RI- prendere in mano la propria vita!
Come fare? 
– Prenota entro il 31 marzo scrivendomi a: erica@ericazani.it 
– Fissiamo la data del primo colloquio (che è sempre gratuito) e serve per fare un quadro generale della situazioni che porti in consulenza. serve per capire se sono la professionista giusta per aiutarti (in caso contrario ti consiglierò a chi rivolgerti)
– Dopo il primo colloquio conoscitivo inizieremo il percorso insieme. E grazie alla promozione, ogni colloquio ti costerà 30 euro invece di 45 (bello sconto!!)

La seconda è una promozione che ho deciso di fare a tutti i giovani dai 18 ai 25 anni. Ogni colloquio di coaching, consulenza socio- familiare o orientamento ai servizi, sarà al prezzo di 25 euro. E questa promozione resterà valida per sempre!!! Voglio che anche i più giovani, spesso in difficoltà economica tra lavori precari e sottopagati, possano prendersi cura di se stessi senza pensarci troppo, e senza aspettare che quel bisogno di parlare, chiedere consigli, fissare nuovi obiettivi e crescere, possa diventare un problema pesante e trascinato nel tempo.

E infine ci sono loro, il mio motivo di grande gioia quotidiana: i miei ragazzi del centro d’accoglienza. Proprio ieri, nel giorno successivo al WSWD hanno ricevuto il loro attestato dall’ASLTO4 per aver partecipato attivamente ad un corso di formazione tenuto dal SERD.

In ultimo… PAROLE SOCIALI!!!!

L’avevo promesso già qualche tempo fa, volevo iniziare una video rubrica, in cui spiegare brevemente il significato di alcuni termini comunemente usati nei servizi sociali ed educativi, ma che mi rendo conto, per chi non è operatore sociale, non sono parole così immediate, semplici e comprensibili nel suo significato più profondo. Saranno video che usciranno sul mio canale youtube ERICA ZANI. Quindi Iscrivetevi e ditemi tutte le parole sociali di cui volete una veloce spiegazione 😉

 

Per info e prenotazioni, per riservarvi una consulenza a prezzi speciali, per suggerirmi una parola sociale… scrivetemi a erica@ericazani.it

 

Un abbraccio

Erica

 

Gratis per te

“IL MANDALA DELLA VITA – Come e perché realizzare il tuo mandala e iniziare a prendere in mano la tua vita”. Iscriviti alla newsletter e ricevilo subito!

Rispetto la tua privacy e non invio mai spam.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti Facebook:

Leave A Response

* Denotes Required Field